Il Liceo Statale "Bonaventura Secusio" di Caltagirone, unica struttura scolastica del calatino ad articolarsi nell'indirizzo classico e nell'indirizzo linguistico, si prospetta come una realtà di intensa vivacità culturale, capace di soddisfare pienamente le istanze di un vastissimo comprensorio. 

 

  Il bacino d'utenza, che conta circa 210.000 abitanti, comprende oltre a Caltagirone, i comuni di Grammichele, Mineo, Militello Val di Catania, Palagonia, Ramacca e Mirabella Imbaccari, spingendosi sino a Castel di Judica a Nord, S. Michele di Ganzaria e San Cono ad Ovest, Mazzarrone e Granieri a Sud-Est. Oltre a questi Comuni, tutti siti nella provincia di Catania, il comprensorio d'utenza ingloba pure Niscemi, centro di recente e rapida espansione nella provincia di Caltanissetta. La distanza media fra questi Comuni e il Liceo Secusio è di circa 20 minuti; le tratte sono servite da linee pubbliche e private di pullman e treni.
  Vizzini è sede di una sezione staccata, verso la quale gravitano i giovani di Licodia Eubea, ma anche quelli di Scordia e di Militello V.C. 
  Il Liceo ha ben 35 classi: 32 nella sede di Caltagirone e 3 nella sezione staccata di Vizzini, con un numero complessivo di 730 allievi. Il corpo docente è forte di 60 unità, 19 sono i dipendenti del personale A.T.A.
  Sede di due laboratori multimediali, l'istituto permette agli studenti di fruire sia dell'insegnamento delle lingue che dell'insegnamento dell'informatica.
  Nell'arco degli anni si è cercato di migliorare e potenziare l'insegnamento scientifico sia facendo tesoro dell'antica strumentazione, già in possesso della scuola ed oggi fruibile grazie alla realizzazione del museo di fisica, sia acquistando nuovo materiale tecnologico adatto alle varie attività laboratoriali.
  Circa 6.000 volumi costituiscono la biblioteca dell'istituto. È in corso d'opera il lavoro di ricollocazione dei volumi e catalogazione informatizzata, con l'obiettivo di giungere a breve termine alla completa redazione del catalogo. 
  I fruitori della biblioteca sono ovviamente in primo luogo gli studenti dell'istituto, oltre ai docenti. 

 

Abbiamo 3 visitatori e nessun utente online